Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

PCB DIY... tu come le fai?

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor

0
voti

[51] Re: PCB DIY... tu come le fai?

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 10 giu 2024, 17:42

Olivetto ha scritto:... ho lasciato fare a lui il disegno delle piste ....

E questo secodo me' e' l'errore principale (non solo con Eagle, ma con tutti i CAE) ... forse dipende dall'abitudine, ma io non ho mai usato un'autoroute, neppure per schede con centinaia di componenti.

Prima si dispongono nella maniera piu logica, poi si cerca di arrangiarli in modo da poter tirare meno piste possibili, o comunque con meno vias e passaggi di lato possibili, poi ci si diverte a finire il routing a mano (almeno, io lo trovo divertente :mrgreen: ) ... l'autoroute puo fare lo stesso lavoro, ma mai completamente come lo vuoi tu, neppure impostando correttamente tutti i parametri.

Poi ovviamente, come ogni programma, necessita di "prenderci la mano" un pochino ;-)
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
6.660 3 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 4253
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[52] Re: PCB DIY... tu come le fai?

Messaggioda Foto Utenteedgar » 10 giu 2024, 18:06

Etemenanki ha scritto:E questo secodo me' e' l'errore principale ...

Sottoscrivo ogni parola
Avatar utente
Foto Utenteedgar
9.665 3 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 5020
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[53] Re: PCB DIY... tu come le fai?

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 11 giu 2024, 8:24

Etemenanki ha scritto: forse dipende dall'abitudine, ma io non ho mai usato un'autoroute, neppure per schede con centinaia di componenti.

anche io ho usato l'autoroute solo per la sgrossatura, (a volte anche l'autoplace), e facilita la disposizione dei componenti, visto che in un lampo li collega si capisce al volo dove è meglio piazzarli, anche considerato che facendo molto monofaccia, dovevo usare l'altra faccia come ponticelli.... :mrgreen:

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
4.080 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 4701
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

1
voti

[54] Re: PCB DIY... tu come le fai?

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 11 giu 2024, 10:45

scorrere le footprint e contestualmente visualizzarle in un riquadro ( cosaa che fa "eagle") ? Si può fare?


Mi permetto di "rubare" la rispsota a Boiler ...anche se in realtà non ho capito bene quello che ti serve
Comunque:
Dallo schematico apri l'elenco assegnazione impronte Nella colonna centrale hai l'elenco delle impornte assegnate ai tuoi componenti.
Seleziona un'impronta, premi tasto destro mouse e seleziona dal menu la voce "mostra l'impronta selezionata" (O querllo che è se usi versione inglese)
Si apre una nuova finestra che visualizza l'impronta
Se adesso scorri l'elenco delle tue impronte con frecce su e giu cambiando riga si aggiorna automaticamente l'impronta visualizzata.
Chidevi questo ? altrimenti cancelliamo
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
3.912 3 4 9
Master
Master
 
Messaggi: 2483
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

0
voti

[55] Re: PCB DIY... tu come le fai?

Messaggioda Foto Utenteboiler » 11 giu 2024, 12:22

BrunoValente ha scritto:In questi casi potrebbe, ad esempio, essere sensato provare a filtrare meglio le alimentazioni dei singoli stadi, oppure ad aggiungere degli schermi tra gli stadi, oppure mettere gli stadi in contenitori separati ecc... capisci bene che tentativi di questo tipo significano rifacimento dello o degli stampati più e più volte.

Ho fatto esperieze simili: amplificatore a transimpedenza per un fotodiodo con due ulteriori stadi di guadagno per ottenere in totale 50 MHz di banda e 950'000 Ω di guadagno.
L'alimentazione era realizzata con 3 batterie AA e modificando la posizione dei 10 cm di cavo tra il portabatterie e il PCB potevo modulare il ringing del circuito (realizzato con tutti i crismi, condensatori di bypass eccetera).

Esperienze come queste mi dicono che in certi ambiti la prudenza non è mai troppa. L'induttività spuria di pochi cm di cavo è sufficiente a disturbare il funzionamento del circuito. Non voglio prendere rischi evitabili con design subottimali.

Credo che sia una cosa che molti elettronici non sanno: già a partire da una manciata di Hz, la corrente di ritorno sul piano di massa NON prende la strada piú breve, ma si incolla sotto alla pista.
Qui, a 1:15 si vede la densità di corrente sul piano di massa sotto a tre piste che portano corrente a miseri 400Hz:

Molta gente, anche con parecchia esperienza, pensa che la corrente di ritorno segua la linea blu che ho schizzato, mentre la realtà è un'altra. Questo porta a sottostimare l'importanza di un piano di massa adeguato:
gnd_path_400Hz.PNG

Ripeto, questa simulazione è fatta a 400 Hz. La banda audio già va oltre. Non parliamo poi del piú umile dei microcontroller a 1MHz.

Poi ovviamente ci si può chiedere se e quali problemi mi causa un piano di massa interrotto: emissione di disturbi e disadattamento di impedenza. Mi disturbano davvero a 400 Hz? Probabilmente no. Ma forse ai 25 MHz di clock di un micro sì.

Se vai a guardare come erano fatti gli strumenti degli anni '70, specialmente gli oscilloscopi Tektronix, ti accorgi che gli stampati erano al massimo doppia faccia non meglio di quelli che si riescono a fare in casa con la fotoincisione e in questo modo riuscivano a lavorare con componenti discreti fino a centinaia di MHz senza che fossero prese chissà quali precauzioni, per me questo resta un mistero.

Sì, da giovane ho aperto parecchie radio (anche a valvole, quindi con cablaggio "libero" su chassis). Che funzionassero è vero, ma d'altra parte un motivo ci sarà se il mio primo generatore di segnali oscurava la ricezione FM nei locali attigui #-o

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
23,4k 5 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4829
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[56] Re: PCB DIY... tu come le fai?

Messaggioda Foto Utenteboiler » 11 giu 2024, 12:25

Olivetto ha scritto:devo dire molto friendly come ui.

Mi fa piacere che il primo contatto sia stato positivo.

Si può fare?

Ammetto di essere una persona viziata che ha la possibilità di usare un tool commerciale. Se non ce l'avessi, opterei però per KiCad. Questo per dire che non so aiutarti, ma uno dei motivi per cui te l'ho proposto è che sicuramente troverai aiuto. Qui (forse Foto Utenteluxinterior ha già risolto?) o nel forum dedicato di KiCad.

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
23,4k 5 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4829
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[57] Re: PCB DIY... tu come le fai?

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 11 giu 2024, 14:50

boiler ha scritto:..Qui, a 1:15 si vede la densità di corrente sul piano di massa sotto a tre piste che portano corrente a miseri 400Hz..

Molto interessante!

boiler ha scritto:..da giovane ho aperto parecchie radio (anche a valvole, quindi con cablaggio "libero" su chassis). Che funzionassero è vero, ma d'altra parte un motivo ci sarà se il mio primo generatore di segnali oscurava la ricezione FM nei locali attigui


Con le radio a valvole della nonna o coi generatori di N.E. era normale ma posso assicurarti che con gli strumenti a transistor degli anni '70-'80 di Tektronix, o di altri costruttori di quel livello, non c'era nessun problema.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
38,5k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7633
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[58] Re: PCB DIY... tu come le fai?

Messaggioda Foto UtenteOlivetto » 12 giu 2024, 16:58

luxinterior ha scritto:
scorrere le footprint e contestualmente visualizzarle in un riquadro ( cosaa che fa "eagle") ? Si può fare?


Mi permetto di "rubare" la rispsota a Boiler ...
Chidevi questo ? altrimenti cancelliamo

Si era questo che volevo sapere, ci sono arrivato dopo un bel po' , ora tu mi hai dato la conferma che il metodo da usare è questo. Grazie!!!
Mi permetto un'altra domanda a cui invece non ho trovato ancora la soluzione: dopo aver fatto lo schema elettrico e assegnate le footprint, quando passo allo stampato mi trova una decina di errori dovuti a collegamenti mancanti, ma se torno allo schema trovo che tutti i pin sono collegati ( a parte quelli dell'integrato che non servono , di cui non tengo conto quando ho la segnalazione degli errori). Dove dovrei focalizzarmi? Grazie !
Avatar utente
Foto UtenteOlivetto
35 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 9 ott 2021, 14:47

0
voti

[59] Re: PCB DIY... tu come le fai?

Messaggioda Foto Utenteboiler » 12 giu 2024, 17:06

Puoi mettere uno screenshot o due in cui sia visibile il problema?

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
23,4k 5 9 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4829
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[60] Re: PCB DIY... tu come le fai?

Messaggioda Foto UtenteOlivetto » 12 giu 2024, 20:31

boiler ha scritto:Puoi mettere uno screenshot o due in cui sia visibile il problema?

Boiler

...avevo cancellato tutto per errore, sono riuscito a recuperare tutto dal cestino e ora mi sembra che non mi dia più i mancati collegamenti...non so che dire.
nei prossimi giorni vedo di continuare se tutto fila liscio vi faccio sapere.
Non so cosa sia successo.
Grazie
Avatar utente
Foto UtenteOlivetto
35 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 59
Iscritto il: 9 ott 2021, 14:47

PrecedenteProssimo

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 51 ospiti